Notizie

G Ceruti

Giancarlo Ceruti ci ha lasciato

Portato via dal coronavirus ci ha lasciato anche Giancarlo Ceruti, presidente nazionale FCI dal 1997 al 2005. Grazie alla profonda amicizia che lo ha legato a tutti noi e in particolare a Renzo Zanchetta, sotto la sua guida il Velo Club San Vendemiano è decollato creando quella piattaforma di eventi che tuttora costituiscono la centralità della nostra attività.

A Ceruti sono da abbinare, tra le tante nostre gemme, l’organizzazione della Settimana Tricolore 2002 e l’arrivo della tappa del Giro d’Italia 2004.

Ai familiari vanno le nostre sentite condoglianze.

Corbonese Luigi

Piangiamo la scomparsa di Luigi Corbonese

 

Nel nostro libro celebrativo gli abbiamo dedicato una foto gigante a testimonianza di quanto importante e apprezzata fosse la sua presenza e opera di direttore di corsa alle nostre gare quando il Velo Club muoveva i primi passi organizzativi.

La stessa didascalia del citato libro a pagina 44 descrive così Gietto: Velo Club San Vendemiano si affida già (e correva l’anno 1987 – ndr) a Gigi Corbonese, figura storica e affezionato Direttore di Corsa.

Noi lo ricordiamo così.

Un abbraccio ai familiari cui tanto tempo ha sottratto per stare accanto alle sue adorate biciclette.

All Online 27 3 a

Attività responsabile

Non è farina del nostro sacco ma da più parti si dice che questo è il momento peggiore dal dopoguerra.

Per tutti, indistintamente.

Abbiamo capito la lezione: il primo pensiero è per la salute di tutti noi e abbiamo il destino nelle nostre mani, i singoli comportamenti virtuosi ci aiuteranno a uscirne presto, a uscirne prima, a uscirne vincitori.

Abbiamo però anche sotto gli occhi quanto (non) succede nella vita di tutti i giorni: le strade vuote come neppure nei film di fantascienza ci fanno andare subito alla conseguenza immediata di attività industriali e commerciali paralizzate, stabilimenti, fabbriche e ditte che non producono e quindi non fatturano.

E’ brutale ma nel prezzo del coronavirus dopo la salute c’è anche il minor benessere che deriva dal ridotto giro d’affari e naturalmente il pensiero corre a voi sponsor che grazie al vostro impegno lavorativo, ingegno e passione ci avete sempre sostenuto.

Ora nelle nostre possibilità siamo noi a esservi vicini, certo le corse sono rinviate a data da destinarsi ma i vostri loghi campeggiano sempre sulle maglie dei nostri atleti che si allenano a casa e sulle ammiraglie purtroppo ferme in garage. Il nostro pensiero corre con affetto a tutti voi che state pensando a qualche strategia per risalire la china che inevitabilmente in questo momento state percorrendo.

Ai nostri ragazzi abbiamo chiesto di non abbassare la guardia, di utilizzare questo tempo per studiare, recuperare le mancanze scolastiche, riconsiderare i valori della vita e la fortuna che sinora hanno avuto in virtù dell’appartenenza al Velo Club San Vendemiano che ha messo loro a disposizione mezzi a risorse grazie alla vostra disponibilità, generosità e puntualità.

Noi dirigenti abbiamo fatto passare un altro messaggio, non meno importante: nei momenti difficili gli esempi devono venire dall’alto e da tutti, indistintamente, proprio come abbiamo detto all’inizio. E quindi anche noi del Velo Club San Vendemiano siamo disposti a rinunciare a qualcosa, a qualche sacrificio pur di continuare la nostra meravigliosa attività sportiva, agonistica e organizzativa accanto a voi.

Oggi più che mai voi siete il Velo Club San Vendemiano e grazie a voi la nostra missione continuerà.

Ci preme ringraziare anche i Direttori Sportivi e accompagnatori che seguono e sentono quotidianamente i nostri ragazzi utilizzando gli strumenti a disposizione, allenamenti di gruppo con Skype, simulazione di gare eccetera.

Ringraziamo inoltre il nostro preparatore atletico Alvaro Grespan e il dottor  Gianantonio Fanton che con il loro aiuto mettono a disposizione le loro competenze e metodi per gli allenamenti e una sana nutrizione.

Sostenitori 2020

Verso una nuova data per la nostra Internazionale

Come ben noto l’Uci (Unione Ciclistica Internazionale) ha comunicato l’annullamento di tutte le gare almeno sino al 30 aprile 2020, data che a questo punto coinvolge anche il nostro Trofeo Città di San Vendemiano – Gp Industria e Commercio in agenda il prossimo 19 aprile.

Non che la decisione ci abbia colto di sorpresa, ci voleva tanta speranza e la bacchetta magica per pensare allo sblocco della situazione, intorno alla nostra data una moria di tante altre gare: era dunque solo questione di tempo per aggregarsi agli altri, il comunicato Uci ha posto fine a ogni discussione.

Che ne sarà del nostro Trofeo Città di San Vendemiano – Gp Industria e Commercio?

Fabrizio Furlan non poteva essere più chiaro: “Noi vogliamo fare la gara. Abbiamo CHIESTO alla Federazione Ciclistica Italiana di poterci dare una nuova data e se necessario siamo pronti a discutere e condividere LO SVOLGIMENTO della nostra Internazionale anche in un giorno diverso dalla domenica, Considerata l’incognita legata alla ripresa dell’attività e al conseguente infittirsi del calendario di quanti come noi vorranno recuperare le proprie manifestazioni, ci sembra una posizione di grande apertura verso chi ama lo sport e l’unica strada percorribile per non rinunciare alla nostra Internazionale”.

#iorestoacasa

#iorestoacasa

In questi giorni abbiamo letto tante volte questo messaggio che dopo l’ultimo DPCM è diventato il compagno delle nostre giornate.

Qui non si scherza, è in gioco la nostra salute e quindi la vita di tutti noi.

Siamo sempre stati in prima linea per la tutela della salute dei nostri atleti, guardando alle nostre formazioni non possiamo quindi che fermarci IMMEDIATAMENTE per tanti motivi.

Uno di questi (di motivi ce ne sono settemila e oltre) è quello di fornire alla parte verde della nostra piramide sportiva l’esempio del buon comportamento e rappresentare al meglio il nostro Veneto, Regione che proprio in questi giorni si è ulteriormente guadagnata la stima nazionale e internazionale per come ha saputo gestire e proporsi di fronte all’emergenza.

Si impara da piccoli, si dice, e giustamente vorremo dare non solo il segnale ma anche l’esempio di seguire quanto ormai tutti ci raccomandano: stiamo a casa adesso per poter uscire tranquillamente quando la situazione migliorerà.

 

Poi sfruttare al meglio questo momento: studiare per recuperare gli inevitabili “buchi” o migliorarsi (non è peccato esser più bravi ancora), rimanendo in casa più a lungo si può fare un piacevole passo indietro, parlando e giocando con i propri famigliari e altro ancora, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Non un freddo ashtag ma un vero e proprio comandamento: io resto a casa, solo così vinceremo.

Documento per sospensione atttività per Covid-19 11 marzo 2020

misure restrittive per contagio coronavirus Covid-19

A tutti gli atleti squadre 2020

Tecnici e Staff

San Vendemiano, 11 marzo 2020

Oggetto: misure restrittive per contagio coronavirus Covid-19

Carissimi tutti,

in questo momento drammatico e particolare in cui versa il nostro paese Italia, la nostra associazione sportiva si sente in obbligo di adottare le misure di restrizione al fine di ridurre e contenere il propagarsi del contagio da coronavirus Covid-19, e per salvaguardare la salute di tutti gli atleti della stagione in corso.

A tal proposito, alla luce del DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI emanato lunedì 9 marzo u.s., successive integrazioni e le linee guida dei Ministeri preposti, la scrivente associazione sportiva dilettantistica VELO CLUB SAN VENDEMIANO, ritiene doveroso comunicare la completa sospensione dell’attività sportiva a far data da oggi 11 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020. Si consiglia a gli atleti di rimanere a casa ed eventualmente, uscire solo per i casi descritti del DPCM sopra citato.

Al fine della programmazione degli allenamenti, si invitano tutti gli atleti a tenersi in contatto con i propri direttori sportivi di riferimento di ogni categoria.

Augurandoci che questo particolare e delicato periodo possa essere superato quanto prima, si invitano tutti a rispettare i comportamenti elencati nel decreto e nei vari comunicati che ogni giorno vengono messi a disposizione, in modo che si possa tornare così alla completa normalità.

Firmato

Il Presidente Fabrizio Furlan

Documento per sospensione atttività per Covid-19 11 marzo 2020

FotoBolgan_20-02-08_0477

Inizia il 2020 con l’Evento della Presentazione

Eccoci pronti per una nuova stagione e come al solito ci siamo ritrovati all’Oratorio di San Vendemiano per presentare i baldi giovani, esporre i programmi organizzativi ed esibire la flotta di ammiraglie e furgoni che supporteranno l’avventura Velo Club San Vendemiano targata 2020.

Il presidente Fabrizio Furlan ha badato al sodo: “Significativi cambiamenti tra i Direttori Sportivi che per la maggior parte dei casi arrivano dal nostro vivaio, sono ex atleti che hanno corso con noi. E’ stata una decisione presa all’unanimità dal Direttivo che aiuta l’ambiente a proseguire in quell’educazione sportiva per la quale ci siamo sempre battuti. Non solo risultati, sempre ben accetti, ma educazione a 360 gradi, in gara, fuori gara, tra la gente, a casa come a scuola”.

Slider TutteSquadre 2020

Guido Dussin sindaco e dichiarato sostenitore del Velo Club ha ammesso che tra le tante realtà di San Vendemiano quella nostra è una di quelle che meglio rappresentano lo spirito sportivo della città capace di accogliere 1300 ragazzetti, la metà extra comunale, che da noi trovano palestre e strutture che altrove non hanno. E sono in campo altri progetti da concretizzare, quale la pista per gli allenamenti dei bimbi. “Ce la faremo” ha chiosato sicuro il sindaco.

Sempre sponda Amministrazione Comunale la gradita presenza di Sonia Brescacin anche se da tempo siede in Regione ma che non ha dimenticato i suoi mandati da Sindaco nei quali ha sempre visto nel Velo Club il volano di molte iniziative.

Chiusura obbligatoria affidata al team manager Renzo Zanchetta il quale ha ricordato l’importanza degli sponsor che anche quest’anno hanno permesso un nuovo capitolo di questa avventura iniziata nel lontano 1977.

 

BibioneCX2020_EsoShots-105

Primo start del 2020, ci siamo

Fino a 5 giorni fa erano ancora Giovanissimi, ora possono competere come Esordienti 1° anno. Prima partenza e primo traguardo di stagione per il Velo Club San Vendemiano con Kevin Ravaioli che appena “passato” di categoria ha colto l’occasione sabato 4 gennaio per disputare il 2° Trofeo Città di Bibione, penultima prova dello storico Trofeo Triveneto di Ciclocross dove anche i ragazzi alle prime pedalate in questa difficile specialità hanno finalmente potuto competere sullo stesso percorso che vede con loro protagonisti atleti affermati.

BibioneCX2020_EsoShots-197

Il nostro Kevin è partito “a bomba” e ha superato bene le insidie di un tracciato con tanti tratti sabbiosi, caratteristica delle gare belghe dove il CX è specialità regina dell’inverno e che si cerca di introdurre anche da noi per preparare i tanti giovani che partecipano ad appuntamenti ambiziosi.

BibioneCX2020_EsoShots-366

BibioneCX2020_EsoShots-370

Pinarello 5 Laghi

Alessandro Pinarello chiude la stagione con un nuovo podio

Lo chiamano il GIRO DI LOMBARDIA per Allievi: è il Giro dei 5 Laghi, la gara che chiude il calendario 2019, e non solo per questo richiama la gara dei professionisti.Dalla sua, infatti, ha anche la durezza del tracciato con i suoi innumerevoli Gpm e soprattutto arrivando alla conclusione di un’annata lunghissima rivela doti di fondo facendo fatalmente emergere i migliori.

Inoltre, ma i temi da sviscerare sarebbero di più, essendo l’ultima corsa finisce per essere inserita in un calendario ormai ridotto e quindi, conseguentemente, estremamente partecipata con l’adesione di Allievi che giungono da tutto il Nord Italia.

Possiamo dunque dire che è anche un piccolo campionato del mondo, sapendo e sappiamo benissimo che non c’è gara che in qualche modo possa essere assimilata a questo tipo di corsa valevole per l’iride, ma i tanti anni di svolgimento del Giro dei 5 Laghi racconta tra le righe anche un pò di questa (simile) storia, ecco perchè prima abbiamo detto che i temi sono tanti e questo è senz’altro uno di quelli.

E noi come l’abbiamo vissuta?

Ma alla grande con il secondo posto di Alessandro Pinarello che sull’erta di Forcal è stato fortissimo, ribadendo il concetto sopra espresso: i grandi sono quelli che onorano con un piazzamento la partecipazione ai 5 Laghi.

Se poi è un podio allora possiamo dire che il nostro Alessandro è uno dei migliori in assoluto come la sua stagione aveva comunque già dimostrato.