Notizie

60531627_1024905831046452_7134691610738032640_n

Ancora ottimi risultati

Ottimo Alessandro Pinarello: il nostro allievo chiude in sesta posizione il trofeo Feralpi, tra le gare più ammirate del panorama nazionale della categoria, 112 al via per percorrere 60.5 km molto impegnativi dalle parti di Lonato sul Garda, infatti solo la metà ha concluso la gara. Come ben diceva Alessandro Bertuola dopo il successo di Cappella Maggiore dello scorso primo maggio “Come tattica e intelligenza Pinarello è il migliore che abbiamo in squadra e attualmente con le sue intuizioni aiuta i ragazzi del primo anno a crescere”.

Quindi nuovi complimenti.

Si ferma la striscia di vittorie di Filippo Cettolin, a Sovizzo “solo” secondo, verrebbe da dire sapendo che ci scappa il sorriso di chi sa di fare una battuta. Ancora piazzato l’altro Cettolin: Matteo conquista il quarto posto.

60075582_1020253578178344_1505394936420237312_n

Ancora Successo

Avevamo il sospetto, ma ci permettiamo di farci riconoscere la caratteristica (pregio? difetto?) di lasciare in pace le persone.

Per noi la privacy è nata quando abbiamo imparato l’uso della ragione, quindi molto prima di questa complicata e per certi versi sgangherata Legge.

Dunque: scrivendo anche di sci (sappiamo che dovremo parlare di ciclismo, non preoccupatevi, alle 8 del mattino non possiamo che esser sobri) ci imbattevamo regolarmente negli ottimi risultati di tal Filippo Cettolin, sciatore dell’Orsago.

Il ragionamento era: Cettolin è un cognome piuttosto comune, niente di strano, Filippo è un nome che è tornato in auge, niente di strano ci sia dunque un Filippo Cettolin che scia, e buon per lui, che scia bene, potrebbe essere benissimo un caso di omonimia.

Il sospetto ci veniva dall’età del nostro, decisamente contemporanea al NOSTRO Filippo Cettolin.

Ebbene ce lo siamo ritrovato alle premiazioni del Trofeo Provincia di Treviso di Sci, quarto nella generale della classifica Ragazzi, schivo come sempre, tranquillo come non mai. Ecco perchè (e torniamo a quanto detto all’inizio) ci permettiamo di definire un pregio la nostra caratteristica di lasciare in pace le persone senza rovistare la loro vita privata.

Bravo Filippo che dimostri di essere competitivo anche nello sci.

Chiudiamo parlando di ciclismo, inutile ricordare che proprio Filippo ieri ha conquistato la settima vittoria a Zambana (Verona), ottavo il compagno d’annata Nicola Tomasella, quarto il più grandicello Matteo Cettolin.

(come dicevano Sherlock Holmes e Agatha Chistie)

Non ci siamo dimenticati degli Allievi.

Ieri avevamo lasciato spazio alla situazione originale e piacevole di Filippo Cettolin e più in generale degli Esordienti, oggi torniamo alla consueta routine ricordando che domenica scorsa Alessandro Pinarello è giunto secondo in una gara svolta alle porte di Udine.

Alessandro si conferma così uomo di punta della formazione Allievi, due recenti successi per lui (Trento e Cappella Maggiore) e ora quest’altro nobile piazzamento a conferma delle parole già riportate su queste stesse pagine.

59849055_1015843885285980_6725941548862668800_o

Vittoria numero 6

Sesta vittoria per Filippo Cettolin: il nostro Esordiente Primo Anno non ha rivali neppure a Castello Roganzuolo e ora davvero, come quasi per scherzo avevamo detto qualche tempo fa, gli altri corrono per il secondo posto. Oggi poi Filippo non ha atteso l’arrivo per piazzare il suo spunto conclusivo ma ha fatto quasi due giri da solo, ben assecondato da Tommaso Saccon (decimo) con cui ha condiviso più di qualche traguardo volante. BRAVI.

Tra i Secondo Anno sesto Matteo Cettolin.

Insomma, da inizio stagione la formazione degli Esordienti miete risultati positivi: certo c’è l’uomo di punta ma non è una sola voce, c’è un coro che lo affianca.

Due tristi notizie ci hanno coinvolto nel giro di poche ore

Per un incidente sul posto di lavoro, proprio  nella sua azienda che dirigeva con passione e orgoglio,  la Mi.De specializzata in punzonature e taglio laser, è mancato Denis Borean, sostenitore di varie manifestazioni sportive come il calcio nel suo paese alle porte di Pordenone dove pure giocava a livello amatoriale e del nostro Giro di Primavera dedicato agli Juniores, iniziativa che grazie a Denis appena un mese fa ha compiuto 8 anni.

Ci uniamo stretti e commossi al dolore della moglie e dei tre figli piccoli, uno dei quali prossimo alla Comunione.

In paese è mancato anche Vincenzo Peretti, per anni dietro al banco del suo bar sede del 1° club dedicato ad Alessandro Del Piero, associazione che destinava premi ai vincitori delle nostre corse.

Ai familiari di Vincenzo le nostre condoglianze.

59391866_1013382025532166_5142628458219700224_n

1° maggio con due vittorie

Non smette di stupire Filippo Cettolin: tra gli Esordienti Primo Anno ormai gli altri corrono per il secondo posto, anche ieri primo maggio il nostro velocista in erba ha messo tutti d’accordo vincendo ad Alonte (Vicenza). Per il quinto successo stagionale in poco più di un mese di gare.

E che dire di Alessandro Pinarello?

59475772_1013382085532160_9008291336075345920_n

Ieri il nostro Allievo ha controllato da vero leader una gara che sin dall’inizio è filata ad alta velocità, poi dopo aver rifiatato ha mollato la classica botta una, due e poi tre volte, andando a conquistare il Gpm e poi il successo finale. “Ci ho provato almeno un paio di volte – ci ha detto – e alla fine ho sfoltito il gruppo come volevo”. Gongolano i direttori sportivi, Alessandro Bertuola ha poche ma precise parole per Alessandro: “E’ il vero finalizzatore della squadra, uomo di una spanna superiore in gruppo. Capisce e vede la corsa come pochi. Per i Primo Anno stiamo lavorando sulla mentalità, verranno fuori anche loro”

Tra gli Esordienti nono Nicola Tomasella a Boca di Strada, come dire: abbiamo segnato tutti i territorio su cui abbiamo gareggiato.

Ora sotto con le altre gare.

Vince ancora Cettolin sotto l’acqua a Manzano

Subito in apertura di stagione vittoria a Lovadina, poi Monteviale, il 25 aprile a Catena di Villorba e ieri 28 aprile successo a Manzano: questo in un mese lo strepitoso ruolino di marcia di Filippo Cettolin tra gli Esordienti Primo Anno.

A Manzano, poi, giornata meravigliosa (meteo a parte) grazie anche al sesto posto di Tommaso Saccon nella stessa categoria e tra i più grandicelli nono Matteo Cettolin e decimo Cristiano Piccin.

Poche parole e zero note per gli Allievi iscritti al circuito del Bosco di Orsago che sotto un diluvio universale più che in bici sono andati in motoscafo.

E a proposito di maltempo inutile dire che le gare Giovanissimi non sono nemmeno iniziate.

25 Aprile, si festeggia con due vittorie

Giornata ME-MO-RA-BI-LE, un 25 aprile che ci ripropone come una delle più belle realtà nazionali: vinciamo con Allievi ed Esordienti, premiati gli sforzi di dirigenti, tecnici, preparatori e atleti che non hanno mai smesso di impegnarsi.

 

Per gli Allievi il 62mo Trofeo della Vittoria svolto a Trento meglio non poteva chiamarsi per noi: ha vinto Alessandro Pinarello, nome che da Esordiente per noi era una garanzia e che si sta confermando anche nel raggruppamento superiore, e in una gara filata a oltre 40 orari mettiamo la ciliegina sulla torta con il settimo posto di Matteo Sperandio.

 

Ottima giornata anche per i nostri Esordienti che con Filippo Cettolin (al terzo successo stagionale) vincono la prova preparata dal Gc Catena. “E’ stata una gara veloce – ha detto Filippo Esordiente Primo Anno – che abbiamo sempre ben controllato”. Infatti Filippo molto attento ha fatto sua senza storie la gara filata alla notevole media dei 36,145 orari. Per i Secondo Anno sesto Matteo Cettolin e nono Antonio Zamuner. In questa categoria abbiamo provato anche un attacco da lontano (complimenti al giovane diesse) con Lorenzo Sartorello e Cristiano Piccin (che hanno racimolato punti per la classifica dei traguardi volanti) ma con una novantina di atleti che inseguivano non era obiettivamente impresa facile.

Ordini d’arrivo a Catena

2° Anno – 1. Luca Graziotto (Mosole) km 36 in 56’12” media 38,434; 2. Paolo Leone (Spercenigo Sicilia); 3. Lorenzo Unfer (Ceresetto); 4. Alessandro Cecchin (Postumia 73); 5. Matteo De Monte (Ceresetto); 6. Matteo Cettolin (VC San Vendemiano); 7. Renis Koci (Pedale Marenese); 8. Alessandro Fontana (Sandrigo); 9. Antonio Zamuner (Vc San Vendemiano); 10. Giacomo Carraro (Fiumicello).

1° Anno – 1. Filippo Cettolin (Vc San Vendemiano) km 25 in 41’30” media 36,145; 2. Michele Chemello (Sandrigo); 3. Nicola Battain (Fonzaso); 4. Thomas Turri (Pujese); 5. Lorenzo Benes (Pedale Ronchese); 6. Mattia Furlan (Mosole); 7. Simone Sancassani (Fontanafredda); 8. Andrea Montagner (Ceresetto); 9. Manuel Tessaro (Postumia 73); 10. Riccardo Fabbro (Montebelluna).

Pasquetta vincente

Vince ancora Filippo Cettolin, più veloce di tutti a Monteviale (Vicenza) tra gli Esordienti del 1° anno, ha battuto in volata Jacopo Basso ed Elia Andreaus, come dire i migliori sprinter al momento in circolazione. Nono Nicola Tomasella in una gara caratterizzata da ben 122 ragazzi al via, numero decisamente elevato per la media di categoria.

podio

Andrea Bagioli vince il 12mo trofeo Città di San Vendemiano 59° Gran Premio Industria e Commercio

Pienone di pubblico e successo organizzativo per il nostro 12mo trofeo Città di San Vendemiano 59° Gran Premio Industria e Commercio gara internazionale per Under 23 corsa nella giornata di Pasqua e che nonostante la concomitanza ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni. C’era molta attesa per il nuovo tracciato e in effetti le previsioni dei tecnici si sono rivelate azzeccate: in pianura, negli undici giri che anticipavano il tratto collinare, è successo quanto era lecito attendersi, velocità e grandi sprint per i traguardi volanti (classifica vinta da Matteo Donegà (Ct Friuli) ma gruppo si presenta compatto per iniziare i 5 giri collinari con lo spauracchio di Cà del Poggio. Sulle rampe del muro inizia lo show di Andrea Bagioli che transita da solo 3 delle 5 volte previste, inutile spiegare con quale margine vincerà la classifica Gpm. Bagioli attacca e lascia tra sé e la concorrenza un margine che cresce giro dopo giro sino ad arrivare ai quasi 2’ con cui il lombardo può gestire gli ultimi km pianeggianti che riportavano la carovana in viale De Gasperi. Primo successo stagionale per Bagioli dopo vari piazzamenti nella top five. Dietro alla resa dei conti si forma un quintetto che non ha mai dato l’impressione di poter riprendere Bagioli in forma strepitosa. Un podio tutto italiano che conferma la buona tradizione del trofeo Città di San Vendemiano per i nostri colori.

 

  1. Andrea Bagioli (team Colpack Marchiol) km 175 in 4h15” media 43,704; 2. Martin Marcellusi (Palazzago) a 1’45”; 3. Marco Murgano (Casillo Maserati); 4. Augusto Rubio Reyes (Aran Cucine); 5. Kevin Colleoni (Biesse Carrera); 6. Davide Bais (Ct Friuli); 7. Luca Mozzato (Dimension Data) a 1’55”; 8. Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Désirée Fior); 9. Antoine Raugel (Chambery); 10. Tim James (Oldsworth Zappi).

Immagine Sport City – Foto Bolgan

INTERNAZIONALE_LOCANDINA

Pronti per l’Internazionale

Definito l’elenco iscritti al 12° Trofeo Città di San Vendemiano – 59° Gp Industria e Commercio in programma il giorno di Pasqua: pieno di adesioni, 174 atleti iscritti, 22 formazioni italiane capeggiate dalla Trevigiani-Sangemini e dalla Zalf-Fior, 9 squadre straniere per altrettante nazioni: Francia, Germania, Olanda, Inghilterra, Slovenia, Slovacchia, Bielorussia, Austria e Sud Africa pronte ai nastri di partenza in viale De Gasperi che per l’occasione s’è reso ancor più accogliente grazie all’asfaltatura appena rifatta.

Lotto ampio di partecipanti e conseguente ricco l’elenco dei pretendenti a succedere ad Alberto Dainese (Zalf-Fior) che lo scorso anno s’impose allo sprint su Francesco Romano e Francesco Di Felice.

Proprio il diesse Luciano Rui traccia la proiezione della gara: “Il nuovo tracciato fa sì che ci sia una corsa all’interno di un’altra corsa. Noi faremo bene con Gregorio Ferri e Andrea Pietrobon”.

Spauracchio, almeno sulla carta, per tutti sarà il francese Nicolas Prodhomme che a Sovizzo nella Piccola Sanremo non ha avuto rivali. Tra i già vincitori in questi scorcio di stagione al via anche Stefano Cerisara (bike Team Nordest) 1° a Castello Roganzuolo, Nicola Venchiarutti (Ct Friuli) è stato sprinter mortifero alla Popolarissima, idem Martin Marcellusi (Palazzago) nella Firenze Empoli.

Campanilistico però fermarsi ai risultati sulle nostre strade: tra le varie formazioni straniere si nasconderà sicuramente qualche osso duro per le speranze nostrane di vedere ancora una volta un italiano primeggiare in viale De Gasperi.

Partenza alle 13.30 per affrontare un tracciato sinteticamente spiegato dal presidente Fabrizio Furlan: “Un circuito iniziale pianeggiante di 9.4 km da ripetere 11 volte e un anello di 10.7 km da ripetere 5 volte salendo Manzana, Formeniga e Cà del Poggio per un totale di 175 km”.

Logistica sede organizzativa Internazionale 2019

Logistica arrivo Internazionale 2019

Tabella media km Internazionale 2019 new

Planimetria e altimetria Internazionale 2019