Daily Archives: 12 luglio 2017

MilosevicItaEs17_rw-146

Festa del Velo Club San Vendemiano per il Tricolore di Vladimir Milosevic

Accolto festosamente Vladimir Milosevic, il neo campione italiano Esordienti Primo Anno: dopo il successo di domenica a Comano Terme il ragazzo ha ricevuto martedì scorso l’abbraccio del team in una festa organizzata dal Velo Club San Vendemiano che così ha spento  le 40 candeline di attività come meglio non sperava.

MilosevicItaEs17_rw-166

Dopo la trasferta trentina Vladimir ha potuto rivedere molti dei suoi compagni e amici solo in questa occasione: innumerevoli le richieste di autografi, di cronaca delle fasi salienti della gara vittoriosa e per i più giovani selfie senza freni.

MilosevicItaEs17_rw-107

“A Comano Terme ho potuto contare su una squadra che mi ha protetto le spalle come mai avrei sperato. Ho apprezzato Giovanni Cuccarolo (Postumia 73): con lui avevo iniziato la fuga e quando ha capito che andavo più forte non ha esitato a darmi via libera. Anche Davide Padoan (Bosco Orsago) ha spezzato a più riprese il ritmo degli inseguitori. Il punto critico non era tanto la salita quanto il falsopiano, quello sì che non finiva più. E specie all’ultimo giro me la sono vista brutta, il vantaggio stava diminuendo e temevo il gruppo ritornasse sotto per uno sprint generale che per fortuna non c’è stato. Il piemontese (Bozzola – ndr) ha preso la volata in testa ma ben presto ha perso velocità, nel cambio mi entrava solo il 19 ma ai 150 finali ha dato tutto”.

MilosevicItaEs17_rw-129

Cosa pensi della tua stagione?

“Sono a 11 vittorie più 2 notturne, dopo il titolo regionale ad Asolo e questa maglia tricolore per me può bastare. Se prima mi correvano in tanti sulle ruote, da adesso in avanti sarà ancor peggio ma non mi lamento. Metterò nel mirino un paio di altre gare cui tengo particolarmente, su tutte la Marca in Bici e correrò ancor più sereno, voglio continuare a divertirmi, adesso ancor di più ora che l’obiettivo numero uno è stato raggiunto”.

Come vanno gli studi?

“Vado in terza media e sinceramente non ho ancora deciso cosa farò dopo. Ho tempo davanti. Certo in questi giorni a casa mi sono venuti a trovare in tanti, tutti che si raccomandano di studiare e di non puntare tutto e solo sulla bicicletta. Vedrò di non deludere nessuno”.

MilosevicItaEs17_rw-151

Per il gruppo di San Vendemiano è il quarto titolo: 3 sponda Velo Club e 1 sponda Cycling Team, il primo in assoluto su strada.

Su questo punto Renzo Zanchetta racconta la sua impressione.

MilosevicItaEs17_rw-148

“Ero presente nel 1996 alla cronocoppie vinta da Da Lozzo e Da Dalto, quel giorno ho rischiato l’infarto, ed ero presente domenica a Comano Terme. Sono due modi diversi di vincere: alla cronometro arrivano i risultati e devi aspettare le performances degli altri, a Comano Terme con Gino Mazzer eravamo piazzati appena dopo una curva ai 300 metri conclusivi. Sapevamo che c’era la fuga a due e che il gruppo stava rimontando, alla svolta sono passate le auto apri corsa, gli attimi di attesa per intravvedere Milosevic mi sono parsi eterni. Però quando ho visto che erano ancora da soli ho pensato che era fatta”.

Gino Mazzer in gran forma, impetuoso e colorito il suo racconto.

MilosevicItaEs17_rw-138

“Solo chi ha vissuto il ciclismo sa cosa vuol dire vincere un campionato italiano. Il ciclismo è fatica, fatica e ancora fatica e solo quando vinci non ti senti stanco e avverti le ragioni dei tuoi sacrifici. Abbraccio Vladimir, l’ho avuto da G1 alto la metà di adesso, mi ha sempre seguito ed è stato un piacere guidarlo”.

Ha fatto capolino anche Giorgio Dal Bò, presidente del Comitato Provinciale.

MilosevicItaEs17_rw-142

“Curiamo e coltiviamo questo talento. La Marca è una piramide che produce buoni ciclisti che però più si sale verso il vertice più finiscono tra i tanti e in mezzo agli altri. A dirla tutta manca l’elemento che dia risalto a tutto il movimento, il fuoriclasse che darebbe la giusta visibilità agli sforzi delle società come la vostra”.

MilosevicItaEs17_rw-123